29 May 2020

Civiltà delle Macchine n°2 2020

Quali saranno le conseguenze economiche, politiche e sociali del Coronavirus? È questo il focus del secondo numero del 2020 di “Civiltà delle macchine”, che da oggi è consultabile online sul sito di Fondazione Leonardo. La rivista ha voluto conservare l’obiettivo di promuovere un nuovo Umanesimo industriale e riflettere sui cambiamenti che la trasformazione digitale sta comportando ma senza perdere contatto con l’attualità.

E dunque il numero si apre con una intervista al premio Nobel per la Fisica Didier Queloz, a cura di Raffaele Danna, che ci riporta nello spazio e alla prima osservazione del pianeta extrasolare nel 1995, e subito dopo compare una suggestiva sequenza fotografica che racconta la vita quotidiana ai tempi del Coronavirus, con i suoi dolori, le sue stranezze, le sue generosità. Queste pagine non potevano non concludersi con le immagini di Genova e del suo Ponte che dà l’impronta all’Italia che vuole rinascere.

Restando sull’attualità, sono stati dedicati numerosi articoli sul Coronavirus e sulle implicazioni che la pandemia ha portato con sé, da una riflessione sulla riforma sanitaria a cura dell’economista Emanuele Felice, al tema della democrazia affrontato da Nadia Urbinati e Chiara Saraceno, a come hanno reagito gli italiani con un contributo di Annalena Benini e Michele Fusco, allo scontro nella scienza a cura di Pietro Greco, ai problemi della tecnologia affrontati da Donald Sassoon, e infine un approfondimento di Simonetta Iarlori, Chief People, Organization and Trasformation Officer di Leonardo, su come l’azienda ha vissuto questa esperienza.

Leggi qui il secondo numero

Share on social networks

Ultimo numero Civilità della Macchine

La Rivista - Civiltà delle Macchine

Maggio 2020

Quali saranno le conseguenze economiche, politiche e sociali della pandemia? È questo il focus del nuovo numero della rivista che vede gli interventi, tra gli altri, di Chiara Saraceno, Michele Fusco,Emanuele Felice e Francesco Grilllo. In apertura, inoltre, l’intervista al premio Nobel della fisica 2019 Didier Queloz.

Museums System

The Leonardo museums bear exceptional witness to the technological and industrial memory and constitute an instrument of dialogue and constant sharing between the company and the territory. They were born out of the awareness that a large part of the industrial culture of our time is not only produced by the great cultural and educational institutions, but is also formed within companies. Living, dynamic structures, corporate museums represent a point of reference for communities and territories, centres of industrial culture open to visitors, researchers, students, economic and cultural operators.

Leggi Tutto
Copyright © 2019 Leonardo S.p.A. Privacy & Cookie Policy